Il seme dell’Italia che ci crede

L’Italia è un Paese ricco. Anzi mi correggo, l’Italia è un paese ricchissimo.

Attento caro lettore, o lettrice che tu sia, non cadere in inganno! L’Italia è un Paese che deve rifiutare la parola crisi, è un Paese dove la gente si sveglia all’alba per andare nei campi, per scaricare le casse di frutta al mercato, per tirare su le reti da pesca dopo una notte che ha tenuto i pescatori lontano dal calore dei loro letti.

Questo è il Paese di chi in Friuli trapianta le viti una ad una. E’ la terra delle donne che curano le loro risaie senza sosta e che hanno il volto solcato da righe profonde che le fanno invecchiare precocemente. E’ la patria di chi crede che un pane lievitato senza fretta e senza chimica sia il più bel dono che un uomo possa fare alla sua famiglia.

L’Italia non è un paese vecchio. Come puoi chiamare vecchio colui che strappa le erbacce dal suo orto delle erbe spontanee per evitare che la borragine venga rovinata? L’Italia è un Paese in cui centinaia di giovani creano costantemente lavoro, ogni giorno, una nuova occupazione, una nuova sfida lanciata a chi vuole sottometterli a logiche di comodo. Hanno iniziato a chiamarle start up. Io li chiamo “innovatori con un sogno…”

Seeds&Chips ha ospitato una mostra della NatGeo sul tema food Credits Fb page
Seeds&Chips ha ospitato una mostra della NatGeo sul tema food
Credits Fb page

E chi ha fatto un sogno e cerca quotidianamente di trasformarlo in realtà si è riunito nei giorni scorsi a Milano al MiCo, il centro congressi, nella prima edizione di Seeds&Chips un momento di incontro, confronto e riflessione delle nuove sfide che il cibo si trova ad affrontare; un salone che ha unito il cibo e la tecnologia con soluzioni ed innovazioni che risponderanno nei prossimi anni alla sfida globale del consumo di cibo da parte di 9 miliardi di persone.

credit: Seeds&Chips Facebook
credit: Seeds&Chips Facebook

Start up ma anche aziende, personaggi del mondo del cibo, blogger e tutti coloro che si pongono domande su come consumiamo oggi e come questo cambierà nel breve termine hanno avuto quattro giorni (26-29 marzo) per confrontarsi dal vivo, faccia a faccia, di stringersi la mano, di scambiarsi sorrisi e consigli. Tante e tutte meravigliose le storie raccolte durante queste intense giornate che andremo a raccontare nei prossimi post.

Seeds&Chips logo Credit:Fb page
Seeds&Chips logo Credit:Fb page

Crediamo fortemente nel potere del cibo, lo abbiamo sempre pensato parlando di food diplomacy e del potere politico della tavola. Lo crediamo ancora di più dopo aver incontrato persone animate dalla passione, persone che hanno lasciato lavori facili per dedicarsi anima e corpo al loro progetto, persone che sono il più bel sorriso di un Italia che ci crede e prova a farlo sentire. Persone per cui la cucina è cultura, il cibo è nutrimento e comunicarlo è vita.

One Comment Add yours

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s