L’Atene dai mille colori e profumi

Atene è una città che sa sorprendere. Travolgere. Può persino spaventare il visitatore.

Viaggiatori che per millenni l’hanno visitata, imperi che si sono succeduti e combattuti per poi lasciar spazio ad una popolazione in continua crescita. L’occhio del visitatore si perde nel bianco delle case arroccate una sull’altra, dal Pireo alle pendici del monte Licabetto. Un bianco che fa quasi male agli occhi; occhi che brillano al calar del sole quando gli ultimi raggi accendono il Partenone di un color ocra intenso. Lo stesso che si riflette sul marmo bianco alle prime luci del giorno.

IMG_20150323_105226
Vista dall’arco di Adriano

Atene è anche una città che sa essere misteriosa al calar del sole con mille ombre ed angoli nascosti. Una città che ha mille facce scavate da millenni di storia che si riflettono nell’architettura, nella musica, nel cibo: dalla modernità più sfrenata – con eccessi di consumismo sul modello americano – ai locali che propongono musica live rigorosamente tradizionale. Passeggiando per i stretti vicoli di Plaka sembra di essere immersi in un villaggio di qualche isola dell’Egeo, mentre arrivando tra le stradine in salita di Kolonaki sembra di essere nella belle epoque con i suoi edifici neo classici. In questo mix di stili non sarà difficile per il visitatore imbattersi in quartieri difficili, poco accoglienti: sarà così ad Exarchia o a Goudì dove i locals sono residenti e la città mostra le ferite di un boom degli anni 60 con case-caserma, tirate su alla svelta per ospitare le migliaia di persone che arrivavano da tutta la Grecia in cerca di lavoro e fortuna.

IMG_20150321_071934
Monastiraki, all’entrata di Psirri

Atene è anche una città colorata. Sorprendono alcuni scorci inattesi, alberi fioriti e  gli ex giardini reali curati all’inglese, scalinate ripide e pittoresche e lampadari che decorano le vie cittadine.

IMG_20150322_162628
scalinata a Kastella – Pireo

Il visitatore che arriva ad Atene in primavera viene sopraffatto dai profumi: i fiori di limone e di arancio sono in pieno splendore, i forni impastano biscotti e dolci per la Pasqua, in piazza Monastiraki i profumi di carne alla griglia (gyros, kebab, souvlaki) la fanno da padroni, a fine pasto l’odore della mastixa offerta vi porterà lontano…

Non perdetevi i 5 must di Atene in primavera nei prossimi post!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s