Iç pilav – pilaf alla turca

Giorni frenetici questi. La ricerca di lavoro sta diventando un’occupazione a tempo pieno! Dovrebbero darmi il minimo sindacale solo per il tempo che perdo a leggere gli annunci e a mandare c.v…
Sembra di essere entrati in un girone infernale. Se ne uscirà mai?
Io come da mia abitudine ho un piano B (ma anche C, D…) e chissà tra qualche mese da dove posterò le mie ricette! Un’idea ce l’ho ma non lo sa praticamente nessuno se non tre amici carissimi. Bocche cucite e dita incrociate diciamo.
Questa sera è Halloween, premetto che non posterò niente di mostruoso o simile perchè non mi piace sta festa. Non sono contraria ma non è una cosa che mi appartiene, è anglosassone. Mi bastano e avanzano le tradizione greche e italiane, se ci infilo un’altra cultura non ci esco più….
Piuttosto il piatto di oggi, che ho preparato ieri a pranzo, è una preparazione turca che ho mangiato svariate volte sia in Grecia che durante i viaggi ad Istanbul. Pilav con uvetta, pinoli e spezie.
L’ho tirato fuori dai ricordi di viaggio perchè sto meditando una capatina in Turchia… ho voglia di spezie, bazar, di gite sul Bosforo e di serate a piazza Taksim.
Ok si vede che è stato il viaggio che più mi ha segnata? Sì decisamente sì.
Ecco quindi la versione che ho provato l’ultima sera in un locale tipico di via Istiklal (spero di non aver sbagliato a scrivere il nome).
Ingredienti per 4

  • 240gr di riso (io avevo solo l’arborio)
  • 1 cipolla bionda
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • sale e pepe nero
  • una manciata di pinoli
  • una manciata d’uvetta ammollata in acqua tiepida
  • 1 pizzico di cannella
  • 1 noce di burro

Facciamo tostare i pinoli per prima cosa, togliamo l’uvetta ammollata dall’acqua e asciughiamola. Uniamola ai pinoli. In una casseruola mettiamo la cipolla tagliata finemente a stufare con un goccio di acqua. Quando sarà pronta la cipolla aggiungiamo il riso e facciamo tostare. Iniziamo ad aggiungere l’acqua oppure il brodo vegetale. Proseguiamo finchè il riso non è quasi cotto. Aggiungiamo i pinoli e l’uvetta. Sale e pepe in abbondanza. Sminuzziamo il prezzemolo e aggiungiamolo.

spegniamo il fuoco e copriamo con un canovaccio e poi con il coperchio, lasciando la pentola per 2-3′. Scopriamo e aggiungiamo una noce di burro. Mescoliamo bene e mettiamo un pizzico di cannella.
Ora io l’ho mangiato come contorno ad un piatto di carne speziata ed era buonissimo. Se uno ha fretta o poca voglia di preparare altro lo si può mangiare anche da solo.
Olio non c’è perchè come mi spiearono ad Istanbul l’olio di oliva per loro è una cosa molto da ricchi e la maggior parte della popolazione utilizza o l’olio di semi di girasole (per chilometri interi ho visto solo campi di girasole credetemi) oppure il burro (di bufala per lo più). 
Per chi festeggia Buon Halloween! 🙂 

3 Comments Add yours

  1. Memole says:

    Mi piace un sacco!!!

  2. Soul KouZina says:

    grazie!bentrovata 🙂

  3. edvige says:

    Buono mi piacciono i sapori diciamo orientali…ciaooo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s