Pannacotta con rose candite

Buongiorno a tutti! In questi giorni devo dire che non avevo gran voglia di pubblicare post, ho cucinato sì per forza di cose ma non so…non era come le altre volte che mi mettevo ai fornelli e cercavo l’ispirazione. Diciamo che in questo periodo ho fatto le cose di comodo, quelle pratiche, veloci e che danno un risultato assicurato: zuppe di legumi, vellutate, insalate di cereali…poca cratività. 
Poi ieri dopo aver parlato con una cara amica mi sono illuminata e ho preparato questo dolce ottimo ma non datelo per scontato, secondo me non è proprio dei più facili. Basta un minimo errore che non viene come dovrebbe. Parlo della pannacotta.
E questa è terribilmente romantica come vedete dal titolo. Sì perchè l’ho preparata con la vaniglia bourboun e per servirla ho optato per petali di rosa canditi. Non chiedetemi come si fanno, è una preparazione di mia mamma ma a fare i canditi non ci sono ancora arrivata.
Anche se in famiglia si sono sempre preparati vasi e vasi di tutto. In Grecia tutto si fa candito, persino le melanzane piccole. Piccole piccole, sembrano delle piccole pere invece ti accorgi che sono melanzane!
Ci rimasi davvero male da piccola quando scoprì che nel vaso immerso nello sciroppo così denso c’erano delle melanzane!

Beh qui siamo a livelli più “normali”, sono i petali delle prime rose. I petali più piccoli. Hanno un profumo meraviglioso io di solito li uso per il gelato alla vaniglia o fior di latte ma anche con questi dolci al cucchiaio sono fantastici. E poi volete mettere il lato presentazione? Farete un figurone di sicuro. 
Ecco come ho fatto a preparare questo piccolo dolce.

  • 500ml di panna
  • 200ml latte
  • 140gr zucchero
  • 12 gr di gelatina in fogli
  • 1 stecca di vaniglia
  • candita oppure altro a vostro piacere per guarnire
Come si fa
Mettere prima di tutto la gelatina a bagno in una ciotolina con dell’acqua. Scaldare il latte senza farlo arriva ad ebollizione. Strizzare bene la gelatina ed unirla al latte mescolando energeticamente conuna frusta a mano. Versare la panna con lo zucchero e la vaniglia precedentemente tagliata in due e raschiato i semi. Unire il latte precedentemente scaldato.
Versare in sei stampini monoporzione e mettere in frigo almeno un paio di ore.
Per sformarli potete tenere lo stampino qualche secondo immerso in acqua calda oppure io semplicemente lo rovescio sul piatto premendo la mano per scaldare il fondo e scende da solo.

4 Comments Add yours

  1. Questo è un dessert raffinatissimo da presentare a fine cena. Problema: se non hai una mamma che fa le rose candite?

  2. m4ry says:

    Capitano i momenti no…ma questo dolce è decisamente un momento SI !

  3. edvige says:

    Forte grazie della ricetta adoro la pannacotta ciaooo

  4. Monica says:

    Complimenti, che buona

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s