Marmellata e riflessioni

Buon sabato a tutti!
Questa settimana è volata velocissima. Sarà perchè sono indaffarata con le ultime pratiche in ufficio, si cerca di studiare per l’ultimo esame o sempllicemente perchè ci si gode i pomeriggi estivi in terrazza.
E proprio l’aver riscoperto il piacere di godersi questi piccoli attimi, momenti di relax tutti nostri che fa trascorrere più piacevolmente le giornate.
Prima ero di quei tipi che se non uscivano o non avevano un’agenda impegnata 24h/24 non si accontentavano mai, mi piaceva girare vorticosamente come una trottola.
Ora come una nave da tanto in navigazione mi sembra di aver finalmente toccato la terra ferma.
Tutta questione di equilibrio, di persone che ti circondano e che condividono con te i loro attimi e le loro emozioni. 
La cosa più bella è quando ti arrendi e lasci entrare queste persone nel tuo mondo. Anche se non lo vorresti o se hai paura di farlo. 
Sulla scia di questi momenti così spensierati ci ritroviamo spesso a casa a fare cose lente: piccoli lavoretti di bricolage, sognare viaggi in Oriente (e trasformarli in realtà poi), vedere i fiori che sbocciano in giardino e fare marmellate.
Insomma si cerca di ritagliarsi qualche momento all’insegna della lentezza. Non intesa come pigrizia ma come momenti ragionati, sentiti da gustarsi in ogni attimo.
E quando la casa profuma di frutta e zucchero questi momenti sono ancora più speciali.
Oggi vi propongo un’idea su come preparare le marmellate. Senza diavolerie chimiche, perchè a che scopo farle in casa se poi si deve aggiungere la bustina magica? Tanto vale comprarle fuori dico io.
E quindi ecco la marmellata di pesche. Semplice, che ho preparato, o meglio che mamma ha preparato, qualche settimana fa.
Ieri ne ha fatta una variante con il mango e la cannella.
Io vi dò la base, che serve poi per altre preparazioni: ciliegie, prugne, fichi, cachi ecc.

Ingredienti:

  • 1kg di frutta (lavata, snocciolata e fatta a pezzi)
  • 500gr di zucchero (250di canna e 250 bianco)
  • succo di 1 limone
  • 1 mela (a pezzetti e con la buccia)
Come si fa
In una pentola di alluminio mettete la frutta con lu zucchero e portate ad ebollizione. Fate cuocere, mescolando di tanto in tanto, per circa 45′.
Se sulla superficie si formerà una leggera schiuma è del tutto normale, toglietela ocn l’aiuto di una schiumarola.
Trascorso il tempo fate la prova del piattino per vedere la consistenza della vostra marmellata: prendetene un pò e mettetela su un piattino. Se si rapprende è pronta altrimenti prolungate ancora la cottura.
Alla fine aggiungete il succo di limone e lasciate cuocere ancora qualche minuto.
Versate subito il composto bollente in vasetti di vetro in precedenza sterilizzati. Tappate e capovolgete.
Mettete in luogo fresco e possibilmente buio.
Si conserva per diversi mesi.
Che ne dite?
Le etichette di questi vasetti le ho fatte io semplicemente stampando vecchie etichette dal sapore vintage e scrivendo sopra il nome della frutta usata.
Fatti così secondo me sono molto carini anche come idea regalo.
Buon week end a tutti 🙂

3 Comments Add yours

  1. m4ry says:

    Nella vita si cambia..anche io ho attraversato tante fasi..ora non saprei proprio dirti verso quale direzione sto andando..ma tutto sommato mi sento tranquilla e preferisco fare cose che mi aiutino a rilassare la mente 🙂
    La marmellata di pesche è troppo buona 🙂
    Bacio

  2. Soul KouZina says:

    hai proprio ragione cara!beh in bocca al lupo per la nuova direzione 🙂
    ora provo a fare una marmellata piccante!speriam bene

  3. Anche io ho vissuto un periodo da trottola fino a poco tempo fa. Ora vorrei trovare anche io il mio equilibrio ed essere capace di godere di ogni momento, sopratutto se lento e non vorticoso.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s