Arrosto della domenica

Buon lunedì a tutti miei cari! Come state? Un post veloce veloce prima di immergermi in una nuova giornata di lavoro/studio. 
Le palpebre cascano, la testa di martella ancora dopo la musica irlandese che c’era ieri al pub…non vi dico!
Per fortuna ieri era una giornata bellissima, un tiepido sole scaldava Bologna e ci siamo dati al giardinaggio con i primi fiori che inziano a spuntare, il prato che inizia ad essere tapezzato di margherite e violette… Scusate, ma sapete ormai il mio entusiasmo per questo risveglio della natura!
Siccome di domenica tutti abbiamo più tempo la mattina l’ho passata in cucina e dopo aver sfornato dei fantastici biscotti inglesi al burro (presto il post prometto!) mi sono messa alle prese con un rollo di tacchino.
Allora io non mangio pollo ma il tacchino secondo me è un ottimo sostituto: costa il giusto, è sano e si può preparare in tantissimi modi. Vorrei solo che la smettessero di vendere quelle fettine di fesa inutili, sono un insulto! Quindi ho trovato un bel pezzo di fesa intero. Però farci lo spezzatino mi dispiaceva, tagliarlo a fettine assolutamente no. Quindi che fare?
Guardo mia mamma e le dico: “rotolo di tacchino”. “Vedi tu” mi fa. Bene, tutto nelle mie mani. Inizialmente avrei voluto farlo con un ripieno di caprino. Ma poi qualcuno in famiglia poteva storcere il naso. E con i pistacchi (altra mia droga vi assicuro)? No.
Uffa. E va beh troviamo un’alternativa. 
Scendo in giardino e mi trovo davanti le mie piantine aromatiche: salvia, timo limonato (provatelo davvero, ve lo consiglio!) e rosmarino.
Mmmm qualcosa mi frulla nella testa. Vediamo un pò.
Ingredienti

Lasciate sempre riposare i vostri arrosti prima di tagliarli

  • fesa di tacchino, ca 400gr
  • 100gr di speck oppure prosciutto crudo toscano
  • 70gr di gruyere svizzero
  • trito di salvia, rosmarino e timo
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 bicchierino di brandy
  • 50gr di burro
  • olio e.v.o
  • sale e pepe qb

Come si fa
Prendiamo la fesa e la apriamo a libro. Se è troppo spessa la battiamo leggermente con il batticarne – attenzione a mettere un foglio di carta da forno sopra alla carne così battendola eviterete che si stracci – e procediamo alla farcia. Tritiamo col coltello le erbette il più fini possibile.
Le spargiamo sulla fesa aperta, adagiamo il prosciutto e il formaggio a fette sottili. Con l’aiuto dello spago da cucina lo avvolgiamo ben stretto e lo leghiamo. Saliamo leggermente e pepiamo la superficie.
In una padella prepariamo un fondo con una carota e del sedano (ci andrebbe anche la cipolla ma io non la uso mai) leggermente soffritte nell’olio extravergine d’oliva. 
Facciamo rosolare per bene il nostro rotolo per sigillarne bene tutte le parti. Sfumiamo con il brandy. 
Trasferiamo il tutto in una pirofila da forno. E completiamo con qualche fiocco di burro.
Inforniamo nel forno ben caldo a 200°C per circa 40-45′ controllando con una forchetta che la carne non rilasci troppi liquidi. Quando è pronto lo estraiamo e lo avvolgiamo in un foglio di carta d’alluminio per 10′ prima di tagliarlo.
Lo tiriamo fuori e lo tagliamo togliendo per bene lo spago.
Serviamo irrorando con il fondo di cottura.
Ragazzi è facilissimo, economico e gustosissimo a mio parere! Se avete gente a cena o pranzo potete prepararlo con un pò di anticipo e scaldarlo leggermente al momento di servirlo.
Buona settimana a tutti!
Bacetti 🙂

2 Comments Add yours

  1. Al Cuoco! says:

    Un arrostino veramente appetitoso!!gnam gnam 🙂
    Buon lunedi anche a te. 🙂

  2. grazie cara!non era quello che volevo fare ma alla fine alternativa più che buona 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s