Garides saganaki – gamberetti saganaki

E anche venerdì sera è arrivato. Lezione di yoga terminata. Settimana finita.
Meno male!
Stasera ho deciso di lasciar cucinare a mia mamma anche perchè ormai abbiamo stabilito questa routine: io a pranzo, lei a cena. Equa distribuzione dei compiti no?
E poi stasera cucinerà un piatto che solo a vederlo mi viene da piangere: garides saganaki. Il mio mezè preferito greco, accompagnato dall’immancabile ouzo nei pomeriggi d’estate quando si andava alla taverna  del porto non prima delle 16 a pranzare.
Quando parliamo di “saganaki” di solito se non si specifica diversamente si fa riferimento al formaggio fritto. Poi possiamo avere anche i gamberetti saganaki ma anche midia saganaki a base di cozze.
Piatto semplice da preparare, calorico ma molto molto saporito. Qualcuno potrebbe storcere il naso a pensare di mescolare il pesce con il formaggio ma credetemi ne vale la pena!!!
Per comodità stasera utilizzeremo i gamberoni surgelati. li sbollentiamo qualche minuto e poi li sgusciamo per utilizzarli subito.
Vediamo quindi come procedere con pochi semplici ingredienti.
Ingredienti

  • 20-25 gamberi sgusciati
  • 3 grossi pomodori maturi
  • 1 cipolla
  • 200gr di feta
  • 1 peperoncino 
  • pepe nero
  • olio e.v.o
  • origano
Come si fa
Esistono diverse varianti di questa riccetta, si prepara a seconda dei gusti personali. Ad esempio noi non usiamo l’aglio oppure si può sostituire il pomodoro fresco con la passata.
Iniziamo tagliando la cipolla a fette sottili e la facciamo imbiondire in un pò di olio extra vergine d’oliva in un tegame abbastanza largo.
*Attenzione alla qualità dell’olio altrimenti il gusto ne risentirà.
Quando la cipolla sarà dorata aggiungiamo il pomodoro tagliato a cubetti, lasciamo cuocere a fuoco basso circa 15′ mescolando di tanto in tanto.
Quando il pomodoro si è leggermente ristretto aggiungiamo i gamberi e facciamo cuocere altri 5′. 
Tagliamo un peperoncino rosso, fresco oppure essiccato a seconda della disponibilità, tagliamo anche la Feta a dadini e aggiungiamo ai gamberi.
Dopo 10′-15′ la Feta si sarà sciolta per bene, amalgamiamo tutto gli ingredienti e finiamo con un pò di origano secco.
A fine cottura un filo di olio a crudo.
Serviamolo direttamente nella padella in cui l’abbiamo cotto, da cui deriva il nome “saganaki”, oppure in un tegamino di terracotta.
Un bel filone di pane casereccio è d’obbligo per fare la scarpetta (alla faccia del galateo che la proibisce!).
Le foto quando tutto sarà pronto – sempre se avanza!
Kalì sas orexi




Ed ecco cosa ci siamo sbaffati ieri sera. Il caso ha voluto che in tv dassero il film “Mediterraneo”, quindi cena greca in tema assolutamente! E la nostalgia in sottofondo…
Brava alla mia mamma che mi vizia con questi piatti!!!


3 Comments Add yours

  1. Miky says:

    Adoro questo piatto, è il mio preferito! E sulla scarpetta hai perfettamente ragione, la faccio anche al ristorante greco!

  2. ISOLE GRECHE says:

    Scarpetta? E il risucchio gustoso??? Fantastici!

    GUIDE ISOLE GRECHE

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s